ParetiVascheIn linea di massima, quasi tutte le stanze da bagno degli appartamenti di nuova costruzione sono fornite sia di una vasca da bagno che di un box doccia.

Tuttavia, le costruzioni risalenti a circa una trentina di anni fa, sono provviste solo di vasca da bagno ed anche in fase di ristrutturazione, non sempre è possibile inserire il box doccia.

Se è vero che un bagno caldo è rilassante è anche vero che la rigenerazione che dona la doccia è inimitabile.

Chi possiede nella stanza da bagno solo la vasca, spesso, rinuncia a fare una doccia per il fatto che l’acqua schizza dappertutto, con inevitabili disagi per l’utilizzatore che deve provvedere ad asciugare accuratamente.

Fortunatamente, i siti che propongono arredo per il bagno, presentano delle valide pareti vasca in cristallo che non solo sono comode ed evitano il fastidio di dover asciugare l’acqua, ma impreziosiscono notevolmente gli ambienti.

Le innovative parete vasca   docce in cristallo da applicare sulla vasca già esistente, hanno un design molto particolare e offrono peculiarità che le rendono affidabili e resistenti per moltissimi anni.

Tuttavia, per non spendere male i propri soldi, occorre tener presente che non tutti i negozi virtuali presentano articoli di pregio e molti di essi propongono pareti per vasca in cristallo che non rispettano le giuste caratteristiche.

Come effettuare un acquisto consapevole

Le pareti in cristallo da applicare sulle vasche da bagno devono essere di cristallo temperato per resistere ad ogni tipo di temperatura e agli urti così come prevedono le norme per la sicurezza europea ‘EN14527 e EN14428’.

Anche lo spessore del vetro è di basilare importanza, poiché lo spessore minimo non deve essere inferiore ai 4 millimetri e più il cristallo è spesso e maggiore sarà la sua resistenza agli urti e agli sbalzi termici.

Le migliori case produttrici di pareti per vasca consigliano di acquistare un elemento con almeno 6 millimetri di spessore, indipendentemente dal modello che si preferisce.

I vetri, infatti, possono essere sia lisci che serigrafati.

È importante affidarsi a brand rinomati, perché la serigrafia può essere eseguita con sostanze acide che con il tempo ed i frequenti lavaggi, potrebbero compromettere il cristallo, intaccandolo in profondità.

La scelta è personale perché se da un lato i disegni sul vetro della parete assicurano un impatto estetico piacevolissimo, dall’altro potrebbero togliere luce a coloro che utilizzano la vasca.

Un altro fattore di estrema importanza è la scelta del supporto che manterrà la parete di cristallo.

L’alluminio è il materiale che si presta meglio a questo tipo di installazione e i progettisti hanno ideato sistemi all’avanguardia per delle finiture satinate, lucide o dipinte per rendere ancora più suggestiva la parete, che grazie al risultato estetico perfetto, arricchirà ulteriormente la sala da bagno.

Chi preferisce elementi minimali e quasi privi di ‘impurità’, può optare per l’alluminio lucido, semplice, lineare ed adatto a qualsiasi arredamento.

Le chiusure ed il fissaggio delle pareti vasca

Per ciò che concerne le chiusure, le scelte sono diverse infatti, ci sono quelle a battente, a una sola anta, a due ante e tante altre, ma l’importante è scegliere una porta che si sganci rapidamente per agevolare la pulizia delle rotaie, ricettacolo di sporcizia e batteri.

È fondamentale rivolgere la propria attenzione su elementi di comprovata qualità, perché se le guarnizioni non sono eccellenti, gli spruzzi provocati dall’acqua durante la doccia, inonderanno il pavimento e le pareti, perché usciranno lateralmente.

Se la parete possiede delle porte a battente è importante che le cerniere siano resistenti, perché potrebbe capitare che un utilizzatore si aggrappi inavvertitamente alla struttura che potrebbe cedere.

È consigliabile acquistare una parete vasca con canaline anti gocciolamento per evitare che l’acqua cada fuori dal box durante l’apertura.

Le pareti di cristallo temperato per quanto solide e resistenti, sono delicate e durante l’installazione si potrebbe verificare qualche problema a causa delle mura non perfettamente perpendicolari delle nostre abitazioni.

La parete vasca va fissata regolando la registrazione di pochi millimetri su ambedue i lati per agevolare il lavoro che può essere effettuato da un installatore o, se si è appassionati, con la metodica del fai da te.

Con una corretta registrazione su entrambe i lati della parete vasca, si eviteranno fastidiosi ritocchi murali alquanto antiestetici e che contrasterebbero nettamente con la bellezza della parete vasca in cristallo.